Champions (No Limits)

20141209_JuveAtleticoMadrid (9)

di Alessandro Spreafico

Primo traguardo stagionale raggiunto: lo 0-0 di martedì  tra Juve e Atletico consente alla squadra di Allegri di qualificarsi agli ottavi di finale di Champions (secondi nel girone con 10 punti). Un girone che ci ha visto contrapposti alla squadra del “Cholo” Simeone (qualificati come primi, 13 punti), all’Olympiacos e al Malmö. I Colchoneros campioni di Spagna e vicecampioni d’Europa nonostante qualche cessione eccellente stanno confermando di essere un’ottima squadra, ben organizzata. Sarà difficile per loro ripetere i risultati dello scorso anno, ma di certo stanno dimostrando di non essere una meteora che dura una stagione. I greci (arrivati terzi nel girone con 9 punti, disputeranno l’E.L.) sembrano essere una squadra dai 2 volti: temibilissimi in casa e abbordabili fuori (anche se la partita contro di noi allo Juventus Stadium è stata da cardiopalma), mentre gli svedesi (arrivati in Champions dopo aver eliminato a sorpresa il Salisburgo nei preliminari) nonostante gli evidenti limiti tecnici hanno onorato la competizione secondo le loro possibilità, totalizzando 3 punti contro l’Olympiacos. Dopo l’ottimo avvio (vittoria in casa per 2-0 contro il Malmö), sono arrivate 2 sconfitte in trasferta entrambe per 1-0. Due campi ostici ,non è mai facile per nessuno giocare in casa dell’Atletico e dell’Olympiacos. Un cammino che poteva complicarsi, brava la Juve a crederci e a totalizzare 7 punti nelle ultime 3 partite. Allegri tatticamente si sta dimostrando meglio di quanto potessi immaginare, lo ha dimostrato soprattutto cambiando il sistema di gioco nella partita fondamentale contro i greci che era diventata da dentro o fuori. La partita di ieri contro l’Atletico non è stata 20141209_JuveAtleticoMadrid (16)spettacolare, ma intensa e preparata benissimo da entrambi gli allenatori. Bastava il pari, ma per qualificarsi come primi bisognava vincere con 2 goal di scarto. La Juve ha provato a fare la partita, forse poteva attaccare con maggiore convinzione, ma era troppo importante passare. Ho visto grande maturità e intelligenza tattica, bravi a non ripetere gli errori del passato, soprattutto nel finale quando ormai era impossibile segnare 2 goal, è stato giusto tenere palla senza correre rischi inutili. L’Atletico ha dimostrato di essere una squadra molto solida in fase difensiva, con i 2 mediani a protezione della difesa, difficile trovare spazi. Temibilissimi nelle ripartenze e sui calci piazzati. Poche occasioni da goal, quelle più pericolose le hanno avute loro, prima con Koke, (bella parata di Buffon) e poi con Gabi 20141209_JuveAtleticoMadrid (39)(palo esterno), per noi le migliori occasioni sono state il tiro dalla distanza di Pogba e il diagonale di Vidal. Sinceramente trovo assurdi i fischi che sono arrivati dalla tribune verso la squadra che stava ottenendo la qualificazione. A 20 minuti dalla fine bisognava rischiare di compromettere tutto? Non era questa la partita per farlo. Mi sono piaciute molto le dichiarazioni post partita, avanti senza porsi limiti. Concordo con Buffon, passare per primi o secondi non fa differenza, prima o poi le grandi corazzate bisogna affrontarle. Inizia la vera Champions, la giusta mentalità deve essere giocarsela con chiunque senza paura. Fino alla fine forza Juventus!

Si ricorda che tutti gli scritti, come le foto marchiate “signorainrosa.com” presenti o meno nel blog, sono protetti da LICENZA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...